Frank Ferraioli, pilota impegnato in Europa nella 2° Guerra Mondiale

56

frank

La “NBC TV Network”, nel 2018, ne ha fatto il testimone del “ Veterans Day” per questo pilota di origini molisane

A Conshohocken, contea di Montgomery, in Pennsylvania esiste una numerosa colonia molisana e un cognome, Ferraioli, che ne rappresenta una solida realtà. L’anno scorso, 2018, l’importante emittente statunitense “NBC TV Network” in occasione del “Veterans Day” mandò in onda un toccante servizio su Frank Ferraioli, di origini molisane, che durante la Seconda Guerra Mondiale fu uno dei piloti impegnati in Europa.

Frank 93 anni, durante l’intervista, ricordò quella esperienza: “ero quasi un bambino e diventai immediatamente uomo”. Oggi è l’ultimo membro sopravvissuto della sua squadra aerea. Fu arruolato a 18 anni e pilotò 40 missioni con un bombardiere B-24. Frank Ferraioli infine rivelò: “Non avrei mai pensato di uscirne vivo”. Mostrò poi un album fotografico con le foto della sua squadriglia.

Ne ha ricordato i nomi e indicato i volti. Il filmato e l’intervista di “Uncle Frank” (così lo chiamano amorevolmente) commossero gli Stati Uniti. Frank è nato nel 1925 a Conshohocken. Un Francesco Ferraioli, nato a Guglionesi (CB) nel 1873, giunse in questo angolo della Pennsylvania nel 1902 (a Guglionesi aveva sposato, nel 1895, Eleonora Giosia). I due ebbero un figlio Nicola “Nicholas” che per anni gestì, dal 1949, un punto vendita di carburanti ed accessori per auto. La più grande stazione di servizio del suo genere a Conshohocken. Nicola “Nicholas” sposò, il 26 novembre del 1923, Filomena Giaffone dalla quale ebbe due figli Frank e Eleonora. Non è da esclude che Frank Ferraioli “Uncle Frank” , il reduce di guerra, sia un diretto discendente di questa famiglia.