I rappresentanti sindacali dal Molise alla Conferenza Nazionale di Organizzazione della Uil Rua

195

Presenti il segretario regionale Cutillo con Brunale, Polidori, D’Arrissi, Epifani e Langianese

Uil RuaCHIANCIANO TERME (SI) – Nei giorni scorsi si è tenuta a Chianciano Terme la 2° Conferenza Nazionale della Uil Ricerca Università ed Afam dal titolo: “Ricerca, Innovazione, Chianciano Terme Creatività, Costruttori di Progresso”.

La Conferenza aperta nelle Terme di Chianciano dalla relazione del Segretario Generale della Uil Rua Sonia Ostrica, ha vissuto un alto momento di confronto e dibattito durante la tavola rotonda “Cultura, Ricerca, Innovazione per ri-costruire l’Europa” che ha visto la presenza, tra gli altri, oltre che della stessa Sonia Ostrica, anche di Carmelo Barbagallo Segretario Generale della UIL.

Nel documento finale, approvato all’unanimità dai delegati alla Conferenza, è stata ribadita la necessità di valorizzare le specificità degli enti di Ricerca, dell’Università e dell’AFAM in quanto settori strategici a cui deve essere garantita attenzione sempre ma soprattutto in occasione del prossimo rinnovo contrattuale, che si presenta molto critico in conseguenza dei mutamenti imposti con la configurazione in 4 soli comparti di contrattazione.

I lavori della Conferenza hanno visto la partecipazione di numerose delegazioni provenienti da tutte le regioni d’Italia: anche il Molise ha preso parte con una folta delegazione di rappresentanti degli Enti presenti in regione.

Il gruppo guidato dal Segretario Regionale Andrea Cutillo, ha visto la presenza di Vittorio Brunale e Mimmo Polidori per l’Università del Molise, e di Donato D’Arrissi, Alessandra Epifani ed Elia Langianese per il Conservatorio “Perosi”.

Durante il suo intervento Cutillo ha riaffermato la centralità di Università e Conservatorio per lo sviluppo del territorio, ed ha sottolineato come il Molise, invece, è una delle poche regioni d’Italia a non avere una sede del CNR, che tanto contribuirebbe ad implementare la filiera della ricerca pubblica fondamentale per lo sviluppo delle aree interne del sud d’Italia.

Ricordando la necessità per i lavoratori della Ricerca, dell’Università e del Conservatorio di mantenere quella specifica rappresentanza sindacale di cui necessitano, e che da sempre ha trovato nella Uil e nella Uil Rua adeguato sostegno, Cutillo ha concluso auspicando il rafforzamento di quel salutare e necessario confronto tra il governo e le organizzazioni sindacali per giungere, quanto prima, al rinnovo del contratto, che tanto gioverebbe a ricostruire un rapporto di fiducia tra lo Stato ed i suoi dipendenti, al fine di restituire ai lavoratori pubblici una dignità troppe volte mortificata in questi ultimi anni.