Regione Molise: stanziati 1,5 milioni per rilanciare l’occupazione

98

MOLISE – Nuovo incremento delle dotazioni finanziarie per la riapertura dei due importanti bandi da parte della Regione Molise. Ufficializzato un milione di euro per il sostegno alla creazione e al consolidamento di start up innovative (potrebbero rientrare anche progetti legati al mondo dell’informatica e ai giochi gratis online) ad alta applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca, cui si devono aggiungere 500 mila euro per la riqualificazione e la ricollocazione professionali dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi collegate a piani di riconversione e ristrutturazione aziendali. Con questa iniziativa, in sostanza, la presidente della Regione Laura Frattura e l’assessore allo Sviluppo economico, Carlo Veneziale, annunciano un intervento concreto per rilanciare l’occupazione e il sostegno alle famiglie in difficoltà per via dell’endemica questione legata al lavoro.

“Per favorire l’occupazione e la crescita nel nostro Molise – fanno sapere Frattura e Veneziale – , con un’attenzione particolare al mercato del lavoro, abbiamo stanziato risorse aggiuntive, nel complesso 1,5 milioni di euro, per due misure che hanno già prodotto risultati che ci danno soddisfazione con 26 start up finanziate e 27 corsi di formazione attivati per un totale di 243 persone che hanno perso il lavoro e non beneficiano di misure di sostegno al reddito”.

Ad aprile scorso, il primo stanziamento di 2 milioni di euro, cui segue una nuova iniziativa, volta ad aiutare chi era sostanzialmente rimasto fuori dal primo bando

“Con l’aumento dei fondi daremo una nuova chance anche a quei progetti che, pur validi, non hanno trovato la necessaria copertura finanziaria con il primo stanziamento che, per quanto riguarda le start up innovative, ammontava a 2 milioni di euro, oggi aggiungiamo un altro milione, mentre per le azioni di riqualificazione dei lavoratori coinvolti in situazione di crisi agli iniziali 1,5 milioni sommiamo adesso altri 500 mila euro”, hanno proseguito Frattura e Veneziale.

Per presentare le domande i termini sono stati prorogati al 30 giugno del 2018, salvo un esaurimento anticipato delle risorse disponibili che di fatto decreterebbe la chiusura dello sportello. La presentazione delle candidature per il bando delle azioni integrate di politiche attive e passive destinate alla riqualificazione e alla ricollocazione dei lavoratori interessati da situazioni di crisi aziendali (quello dei 500 mila euro, tanto per intenderci), la procedura sarà riaperta a partire dalle ore 9 del 15 dicembre, fino a esaurimento delle risorse disponibili e non oltre le 23:59 del sessantesimo giorno dalla data di apertura (metà febbraio).

La disoccupazione in Molise

La regione Molise, secondo i dati diffusi da Eurostat in Primavera, ha un tasso di disoccupazione giovanile del 38,8%. È per questo che misure volte a favorire le startup innovative può rappresentare un incentivo per i ragazzi che sempre più spesso decidono di portare le proprie competenze fuori regione o addirittura fuori dai confini nazionali, andando a cercare lavoro all’estero. Stando ai dati Istat elaborati dal centro studi ‘Ciancaglini’ della Cisl Abruzzo-Molise in relazione al primo trimestre del 2017, invece, il tasso di disoccupazione generale è del 15,2% nel periodo preso in esame, contro una media nazionale del 12,1%. La ripresa è ancora lontana, checché ne dica il più recente rapporto della Banca d’Italia. I molisani, purtroppo, continuano a vivere la crisi sulla propria pelle giorno dopo giorno.

PR